Robe De Mariée festklänningar Balklänning Robe De Mariée Robe De Mariée Balklänning
Tumori.01

Immunoterapia oncologica: sfida più serrata tra BMS e Merck & Co, e all’orizzonte compare Roche

La rivalità nel settore della immunoterapia oncologica tra Merck & Co ( MSD in Italia ) e Bristol-Myers Squibb ( BMS ) sta aumentando. Merck & Co sta sviluppando Keytruda ( Pembrolizumab ), mentre BMS Opdivo ( Nivolumab ); entrambi sono anticorpi monoclonali anti-PD-1.

BMS aveva un vantaggio temporale, e grazie ad alcuni ottimi dati di sopravvivenza è riuscita a ottenere in modo rapido l’approvazione di Opdivo in alcune indicazioni. Ma Merck & Co, negli ultimi tempi, ha recuperato molto terreno.

Merck ha presentato i risultati completi dello studio KEYNOTE-010 che ha valutato Keytruda nel tumore del polmone non-a-piccole cellule dimostrando che i pazienti PD-L1-positivi vivono più a lungo quando trattati con l’immunoterapico rispetto alla chemioterapia standard.

BMS ha arruolato negli studi atti a valutare Opdivo tutti i pazienti, indipendentemente dallo stato PD-L1; Merck si è invece concentrata solo su pazienti positivi per il ligando PD-L1.

Dai risultati degli studi clinici non sembrano emergere differenze tra Opdivo e Keytruda nei pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule riguardo sia all’efficacia sia alla sicurezza.
I dati di entrambe le Società farmaceutiche hanno mostrato che maggiore è il livello di espressione PD-L1 maggiore è il beneficio clinico.

I risultati di Merck & Co sono limitati a pazienti PD-L1-positivi, e questo potrebbe dare un vantaggio a BMS per il fatto che l’intera popolazione dei pazienti con cancro al tumore è più ampia. Ma Merck potrebbe trasformare la specificità dei suoi dati in un vantaggio di marketing. Keytruda potrebbe diventare il farmaco di prima scelta nei pazienti PD-L1-positivi.

Keytruda ha anche il vantaggio di uno schema posologico più semplice, una volta ogni tre settimane, rispetto a una volta ogni due settimane di Opdivo.

Opdivo ha per ora superato Keytruda nella corsa alle indicazioni, con due nuove approvazioni ottenute a novembre 2015.
L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti ha approvato Opdivo come impiego di prima linea nel melanoma avanzato e nel trattamento del cancro al rene.
Merck ha appena ottenuto per Keytruda dall’FDA la prima linea di trattamento nel melanoma in fase avanzata.

Ma la sfida testa-a-testa potrebbe presto diventare più complicata. BMS e Merck & Co potrebbero presto avere un altro rivale; Roche sta sviluppando Atezolizumab, un anticorpo monoclonale anti-PD-L1, anziché anti-PD-1. ( Xagena )

Fonte: FDA & FircePharma, 2015