Robe De Mariée festklänningar Balklänning Robe De Mariée Robe De Mariée Balklänning
enti.3

Entresto, un game changer nel trattamento dello scompenso cardiaco e ridotta frazione di eiezione

Grazie a un procedura registrativa rapida, l’FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato negli Stati Uniti
Entresto, una combinazione di Sacubitril e di Valsartan ( conosciuta anche con la sigla LCZ696 ).
Entresto è il primo farmaco a dimostrare un beneficio sulla mortalità quando è stato confrontato con Enalapril nei pazienti con insufficienza cardiaca.

Il farmaco, sviluppato da Novartis, è ritenuto da molti cardiologi un game changer, un farmaco che può modificare profondamente il decorso dello scompenso cardiaco con ridotta frazione d’eiezione.
Oltre a ridurre la mortalità per insufficienza cardiaca, Entresto diminuisce anche i ricoveri per scompenso cardiaco.

Visti i brillanti risultati dello studio PARADIGM-HF, l’FDA aveva concesso la revisione prioritaria e la designazione fast track a Entresto.

Sacubitril è un inibitore della neprilisina che aumenta i livelli ematici dei peptidi natriuretici, mentre il Valsartan è un antagonista del recettore dell’angiotensina ( anche noto come sartano ), già ampiamente utilizzato in ambito cardiologico.

Nello studio PARADIGM-HF Entresto, che è stato valutato a una dose di 200 mg due volte al giorno, è risultato superiore all’Ace inibitore Enalapril 10 mg due volte al giorno nel ridurre la mortalità per qualsiasi causa ( 711 pazienti contro 835, p inferiore a 0.001 ).
Lo studio aveva assegnato in modo casuale 4187 pazienti a Entresto e 4.212 a Enalapril.
Inoltre, i pazienti nel braccio Entresto hanno presentato una più bassa probabilità ( -21% ) di essere ricoverati in ospedale per insufficienza cardiaca ( p inferiore a 0.001 ).

Gli eventi avversi più comuni osservati con la combinazione Sacubitril e Valsartan sono stati: ipotensione e iperkaliemia. Il farmaco non è pertanto indicato nei pazienti con alti livelli di potassiemia.
La combinazione Sacubitril e Valsartan non è stata studiata nei pazienti con insufficienza cardiaca e insufficienza renale.
Entresto non deve essere associato agli Ace inibitori.

Il trattamento con Entresto può aiutare le persone con scompenso cardiaco a vivere più a lungo e in modo più attivo. ( Xagena ) [ 2015 ]

Claudio Ferri – Università de L’Aquila – Dipartimento di Medicina Interna e Nefrologia